Home Edizione 2014 Quintodecimo

Quintodecimo

408

Quintodecimo all’ Oscar del Vino 2014

Quintodecimo vince per la categoria “Miglior etichetta con miglior vino“, all’ Oscar del Vino 2014, con Giallo d’Arles 2011. Nel video la nomination, l’ intervista a Luigi Moio e la premiazione.

Arte e Scienza del Vino. 

Il grande vino è una fusione perfetta tra scienza e poesia, tra il misurabile e l’imponderabile. E’ essenzialmente bello. E’ un’opera d’arte. Una sorta di trasfigurazione della materia prima. Esso nasce dal mosto come una statua nasce dalla pietra e chi realizza un grande vino, è colui che scava nella pietra, avendo già in mente il risultato finale. Ovviamente per fare questo deve possedere solide basi scientifiche. Deve avere il controllo dell’intero ciclo, attraverso il possesso di cognizioni più varie, dalla conoscenza del suolo, alla fisiologia dell’uva, dai processi biochimici alla base della trasformazione dell’uva in vino ai meccanismi della percezione sensoriale. Questi concetti costituiscono l’essenza del mio modo di vivere il vino. E’ con queste convinzioni che nel 2001 mia moglie Laura ed io abbiamo fondato Quintodecimo.

Luigi Moio

[huge_it_portfolio id=”22″]